Cerca
  • Silvano Scalabrella

L'essenziale

Uno degli effetti della preghiera continua è quello di ritornare sempre alla vera realtà delle cose, all'essenziale. Niente di nuovo sotto il sole: destra o sinistra, euro o non euro, recessione o produttività, Draghi o Salvini...uomo e donna combattono in Occidente sempre con le stesse cose. A 30 anni ti senti ancora giovane ma avanza qualche perplessità sul futuro. A 40, cominci a lamentarti per la giovinezza perduta, tremi per i progetti a lungo termine e intanto cominci a pagare il conto delle azioni passate. A 50, diventi più umano, le donne scoprono la spiritualità oppure ritornano ragazzine, figlie delle loro figlie; tutti comunque iniziano a preoccuparsi del tempo che hanno davanti probabilmente inferiore a quello trascorso; c'è anche chi riceve un'illuminazione di saggezza e vive la propria età con tutte le sue risorse (però questa è una minoranza). A 60, riscopri la gioia di imparare, di rifiorire e ti butti con entusiasmo giovanile in qualche nuovo interesse (questo però se hai avuto una vita sana o almeno regolare); si comincia a proteggere la propria salute da seri e spesso gravi attacchi patogeni, i processi vitali subiscono repentini cambiamenti e temi la morte. A 70 anni ogni giorno ti sembra donato, la vita è tutta colorata; in cuor tuo ti arrabbi quando ti dicono "stai invecchiando", perché non hai mai sentito dire ad un giovane "stai ingiovanendo". A 80 anni, non lo so, perché io sono arrivato quasi ai 70. Vi saprò dire.

Post recenti

Mostra tutti

La visione integrata del dolore

Siamo arrivati al punto di riconoscere al dolore non solo una funzione organica, ma anche una funzione psico-somatica, mentale e spirituale. La medicina, se vuole essere integrale e personale, non può

La utilità del dolore

Se noi consideriamo il dolore come avvertimento e monito, allora esso non è semplicemente un disturbo, il sintomo di una malattia da combattere insieme alla malattia stessa. In caso contrario il dolor